digressione Chi trova un collega trova un amico – Sondaggio

Università luogo di studio, di tensioni, di gioia e di dolori, di grande socializzazione e perché no palestra di vita, in quanto è tra questi meandri che inizi a collezionare quelle raccolte di sangue che fuoriescono dal sistema circolatorio localizzandosi in un tessuto o in cavità dell’organismo (ematomi) dovuti all’impatto con pareti su cui ti dai a capate o con porte che ti vengono sbattute in faccia in malo modo. Ma come dicevo prima l’università è anche il punto d’incontro di tanti, più o meno coetanei, che in sede o fuori sede perché capita o ne sono alla ricerca, intraprendono delle nuove frequentazioni modificabili in conoscenze, convertibili si spera in amicizie, tramutabili in amore per i più fortunati che riescono a vivere questa magia di unire l’utile al dilettevole. Questo argomento è stato oggetto di un sondaggio da noi proposto nei giorni scorsi che chiedeva ai pazienti lettori “Quanti colleghi universitari sono diventati vostri amici?”.

IMG_8418

Tra le opzioni date ha primeggiato sulle altre con il 50% “Pochi ma buoni”, risposta che non stupisce affatto perché gli amici veri possiedono delle caratteristiche non ravvisabili in molte persone: sono attenti ai tuoi bisogni (conoscono tutte le toilette della zona); generosi (ti fanno sempre credito); sanno ascoltare (conoscono a memoria i tuoi lamenti); ti ospitano quando vieni sfrattato (se la vasca da bagno è agibile); mentono per pararti (il locu, riordina le sillabe); credono di essere ricchi (ma tu non sei un tesoro).

Al secondo posto si posiziona con il 36% “Nessuno, odio le persone” risposta di matrice palesemente ironica o di persona colpita da pessimismo cosmico, il cui unico detentore del Guinness dei Primati pensavamo fosse Leopardi.

Al terzo posto con il 7% troviamo l’opzione “Un’intera comitiva”, categoria invidiabile a cui appartengono esemplari rari: i più socievoli, disponibili, compatibili con tutti, che non piantano grane ma tanti semi per una giusta ed equilibrata condivisione di interessi e di svaghi.

Ex aequo, rispetto alla precedente, si colloca l’alternativa “Quelli di Universitales”, inteso sia come gruppo di riferimento con cui confrontarsi e condividere, seppure in via telematica, interessi, informazioni ed esperienze uniti da un unico filo conduttore che è quello universitario, sia come gruppo di studenti (es. Universitales) che, nato ai fini di un progetto universitario, con il tempo si è rivelato una vera squadra dando vita ad una lunga e proficua collaborazione.

Infine abbiamo chiesto agli altri gruppi di lavoro di scattare un Selfie come ricordo a testimonianza della loro “friendship” universitaria.

Noi di Universitales apriamo le danze postando un nostro Selfie scattato il giorno della presentazione del Blog di SMM16 (19/04/2016).

IMG_8410.PNG
Facce riposate e sorridenti come non mai! (non eravamo consapevoli di ciò che ci aspettava)

Presentazione tragicamente rimandata alla settimana successiva perché sarebbe toccato a noi alla fine di una lunga lista, ma eravamo lo stesso contenti, eccitati e anche molto ansiosi: https://universitales.wordpress.com/2016/04/26/ansia-da-prestazione-da-presentazione-di-progetto/.

IMG_8419

“Mr. Semprepeggio” o “Mr/Mrs-X” non solo non ha voluto svelare la propria identità ma nemmeno quella della dama raffigurata (era già doverosamente decapitata).

image1image2

 

Temevate il peggio? Cioè che noi avremmo pubblicato il vostro Selfie nell’articolo del sondaggio?

giphy (1).gif

Bravi ci avete azzeccato e come recita la famosa frase di Giulio Andreotti : “A pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”.

I colleghi di “What if” hanno condiviso la foto scattata prima dell’esordio del loro Blog insieme alle caricature-fumetto che li ritraggono impegnati a svolgere i rispettivi incarichi redazionali, accompagnati dal simpaticissimo Ugo, amico e collaboratore, subentrato alla loro unione già costituita.

Copia di image4.pngimage3.png

Passiamo alla friendship “food and beverage”

“Beer Blog”.

Curiosità: avete testato tutte le birrerie di Roma e dintorni? A tal punto da diventare “birrosi?”: chiari, scuri, dolci e amari, sostanziosi alla base, spumeggianti in superficie, dal retrogusto amarognolo ma piacevoli e frizzanti al punto giusto.

Schermata 2016-06-05 alle 19.26.17.png

Noi di Universitales, loro pedissequi seguaci, sapevamo che la loro disponibilità nell’interagire tempestivamente con noi e tutti gli altri colleghi, li avrebbe portati a rispondere il prima possibile postando il loro bel Beer-Selfie scattato in un pub o birreria. Di certo avrete scelto l’opzione “Un’intera comitiva” perché dovete ricordarvi che dopo gli esami avete preso un impegno con il corso di SMM16: birra per tutti! #pernondimenticare

image1

“Light is good” bravi e buoni, ma veramente buoni!

Schermata 2016-06-05 alle 19.29.17.png

Ci avete offerto colore, calore ma non calorie! Avete portato il vostro cibo “light”, alleggerendo pesanti giornate di lavoro! Continuate così, siamo vostri affamati sostenitori!

 

“L’amicizia è l’unico cemento che terrà sempre insieme il mondo” (W.Wilson)

Un saluto amichevole da sapienzamentesapere1498888

 

Annunci

Fabiana Macrì

Un caloroso ciao a tutti, sono sapienzamentesapere1498888! Ho conseguito a dicembre la Laurea triennale in Arti e scienze dello spettacolo e attualmente frequento la specialistica in Media, comunicazione digitale e giornalismo sempre presso l’università La Sapienza di Roma. Sono nata a Palermo nel lontano ’92 perché all’epoca mio padre svolgeva lì il suo incarico, in seguito mi sono spostata insieme alla mia famiglia in maniera quasi frenetica dal nord al sud della penisola e viceversa. Esperienza di vita movimentata che da un lato ti arricchisce dandoti l’opportunità di conoscere diversi luoghi, culture e persone dall’altra ti depreda di affetti e punti di riferimento basilari per la crescita di una persona, specialmente nella fase adolescenziale. Nonostante ciò mi sento, forse presuntuosamente, una ragazza abbastanza equilibrata anche perché da tre anni mi sono stabilita a Roma, città che ormai finalmente percepisco come casa e dove mi sento accolta maternamente. Sono un’appassionata di teatro e cinema, forse si era già capito dalla scelta degli studi pregressi; ho seguito vari corsi di teatro e mi sono esibita varie volte in spettacoli teatrali potendo così apprezzare il brivido adrenalinico e la soddisfazione del compiacimento del pubblico che solo il palcoscenico può regalare. Le caratteristiche che più mi contraddistinguono penso siano la sensibilità e l’altruismo quindi non mi resta che dire: sono a vostra disposizione! Miao!!! https://www.youtube.com/watch?v=4bBGrg434tg

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...